Mi sono sempre chiesta come tu abbia fatto a piacermi da subito. Sono bastati pochi messaggi, uno sguardo. È come se avessi semplicemente capito che ti stavo aspettando da sempre. Mi ci immergevo in quelle parole, nelle tue carezze, nei nostri abbracci, nei nostri baci. Solitamente più passa il tempo più divento fredda e distaccata, e il problema con te era che più i giorni passavano, più mi piacevi e tutto avevo in testa tranne che scappare. Era questa la cosa che mi preoccupava di più. Sapevo perfettamente cosa stava per accadere. Eppure non avevo nessuna intenzione di andarmene via. Io che invece avevo sempre creduto che scappare fosse l’unica soluzione, avevo deciso di restarti accanto. Ed io non lo so, ma forse è questo l’amore, restare anche quando sai che ti farai del male. Perché io sapevo che mi avresti fatto del male. Che non è che puoi dirmi che mi vuoi bene, che ci tieni a me, dedicarmi del tempo, darmi così tante attenzioni, e poi sparire nel nulla da un giorno all’altro. Perché io ricordo ogni cosa, e mi ci infilo dentro in ogni cosa. Mi siedo lì e non mi alzo più. E ovviamente mi aspettavo qualcosa, ma proprio un minimo, almeno che restassi. Mica chiedevo tanto, mica chiedevo la luna, ti chiedevo solo di restare. Ma a quanto pare non ero abbastanza e io ora ci sono ancora dentro, in te intendo, in te e in ogni tuo gesto, e ci son così dentro che fuori non mi ci porti più.

Tu mi manchi, ma non nel modo in cui mancano normalmente le persone,no.
Mi manchi come mi può mancare l’estate quando è pieno inverno e c’è la neve.
Come quando finisce la Nutella e non sai cosa spalmare sul pane.
Mi manchi come può mancare il giorno quando è notte.
Come il venerdì quando è appena arrivato il lunedì e devi andare a scuola.
Mi manchi in un modo così immenso che a volte penso che mi si possa staccare il cuore dal petto per correre da te.
Così tanto che il vuoto che ho dentro ha preso il tuo nome.
Così forte che è come se ricevessi una coltellata ogni volta che ci penso.
Tu mi manchi, in un modo così anormale che ne potrei morire.
E se morissi mi continueresti a mancare.

Un-knownenemy (via un-knownenemy)
Just Believe †


"Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci tu."

Massimo Troisi

Amen.

(via needforcolor)



"Mi sono sempre chiesta come tu abbia fatto a piacermi da subito. Sono bastati pochi messaggi, uno sguardo. È come se avessi semplicemente capito che ti stavo aspettando da sempre. Mi ci immergevo in quelle parole, nelle tue carezze, nei nostri abbracci, nei nostri baci. Solitamente più passa il tempo più divento fredda e distaccata, e il problema con te era che più i giorni passavano, più mi piacevi e tutto avevo in testa tranne che scappare. Era questa la cosa che mi preoccupava di più. Sapevo perfettamente cosa stava per accadere. Eppure non avevo nessuna intenzione di andarmene via. Io che invece avevo sempre creduto che scappare fosse l’unica soluzione, avevo deciso di restarti accanto. Ed io non lo so, ma forse è questo l’amore, restare anche quando sai che ti farai del male. Perché io sapevo che mi avresti fatto del male. Che non è che puoi dirmi che mi vuoi bene, che ci tieni a me, dedicarmi del tempo, darmi così tante attenzioni, e poi sparire nel nulla da un giorno all’altro. Perché io ricordo ogni cosa, e mi ci infilo dentro in ogni cosa. Mi siedo lì e non mi alzo più. E ovviamente mi aspettavo qualcosa, ma proprio un minimo, almeno che restassi. Mica chiedevo tanto, mica chiedevo la luna, ti chiedevo solo di restare. Ma a quanto pare non ero abbastanza e io ora ci sono ancora dentro, in te intendo, in te e in ogni tuo gesto, e ci son così dentro che fuori non mi ci porti più."
wearefuckinyounglove:

Esprimi un desiderio <3


"Tu mi manchi, ma non nel modo in cui mancano normalmente le persone,no.
Mi manchi come mi può mancare l’estate quando è pieno inverno e c’è la neve.
Come quando finisce la Nutella e non sai cosa spalmare sul pane.
Mi manchi come può mancare il giorno quando è notte.
Come il venerdì quando è appena arrivato il lunedì e devi andare a scuola.
Mi manchi in un modo così immenso che a volte penso che mi si possa staccare il cuore dal petto per correre da te.
Così tanto che il vuoto che ho dentro ha preso il tuo nome.
Così forte che è come se ricevessi una coltellata ogni volta che ci penso.
Tu mi manchi, in un modo così anormale che ne potrei morire.
E se morissi mi continueresti a mancare."
Un-knownenemy (via un-knownenemy)


"Uno si dispera e l’altro non ci pensa. Uno si fa una vita e l’altro una dipendenza."
thegirlthatseemslikeapanda:

Untitled su We Heart It.
hovogliadelletuelabbra:


Spring Breakers (2012)


😍
persa-nelle-tue-parole:

mancarsi—ed—evitarsi:

inognicasoetroppotardi:

"A volte, l’unica ragione per cui non lasci andare ciò che ti rende triste, è perché è stata l’unica cosa capace di renderti felice." - Charlie Brown (via inognicasoetroppotardi)

•
uraganidistrutti:

//